Una 4 Ore tutta in salita

Cielo coperto, pista perfettamente asciutta e grande pubblico sulle tribune. L’atmosfera magica di Monza ha fatto da cornice al debutto stagionale di Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi. La 4 Ore brianzola, secondo degli appuntamenti dell’European Le Mans Series, avrebbe tuttavia dovuto riservare molto di più all’equipaggio del team Cetilar Racing. Sicuramente più del ritiro avvenuto dopo 35 giri, praticamente a solo un terzo di gara.

Dopo una qualifica condizionata dal fatto di avere dovuto risolvere i problemi di elettronica legati alla gestione del servosterzo evidenziatisi nel corso delle libere, a prendere il via dall’ottava fila è stato Sernagiotto. Ma già nel corso della tornata iniziale, il veneto è stato costretto a rientrare ai box per sostituire l’anteriore destra forata in seguito a un contatto avuto nelle concitate fasi della partenza: molta sfortuna e quasi un presagio, visto come sono andate poi le cose.

Frenetico il lavoro dei meccanici, che hanno permesso alla Dallara LMP2 n.47 di tornare in pista. Dalle retrovie Sernagiotto ha quindi tirato fuori tutta la sua determinazione ed esperienza, inanellando un sorpasso dopo l’altro sino a occupare, dopo una ventina di minuti, la 17ª posizione. Rimonta che dopo il primo pit-stop è proseguita tramadol vs ultram online fino al 14° posto. Ma il persistente problema tecnico al power steering, emerso anche nella parte iniziale del weekend, ha definitivamente infranto ogni proposito di fare bene e soprattutto di vedere il traguardo. Amaro quindi l’epilogo, con Sernagiotto costretto a parcheggiare la propria vettura in corsia box, nonostante un eccellente passo di gara. 

La nostra 4 Ore di Monza si è conclusa prima del termine a causa di un problema elettronico relativo all’idroguida che ci ha perseguitato per tutta la settimana – ha commentato Roberto Lacorte – Purtroppo questo inconveniente ha reso vano l’impegno di Giorgio, autore di un passo incredibile dopo un’ottima partenza, tra l’altro rovinata da un contatto. Di positivo rimane il fatto che la nostra Dallara ha dimostrato di avere il passo giusto per inserirsi nei primi cinque con grande facilità. Peccato che non siamo potuti arrivare alla bandiera a scacchi; lo dovevamo alle tante persone che sono venute a seguirci nella nostra gara di casa, ma la sfortuna ce l’ha impedito“.

Per il team Cetilar Racing tutto rimandato pertanto al fine settimana del 15 e 16 giugno, quello della 24 Ore di Le Mans.

Domani la 4 Ore di Monza

Inizio di weekend difficile ma tutto in crescendo per il team Cetilar Racing, che a Monza ha preso parte oggi all’ultima sessione di prove libere e alle qualifiche dell’European Le Mans Series. Sul circuito brianzolo, che ospita questo weekend la prestigiosa 4 Ore, secondo round del campionato continentale, il turno della mattina non ha permesso alla Dallara LMP2 n.47divisa da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto ed il rientrante Andrea Belicchi di andare oltre il settimo posto a causa di un problema all’idroguida. 

La squadra diretta dal team principal Raimondo Amadio sotto la direzione sportiva di Christian Pescatori, ha lavorato intensamente nel tempo a disposizione che ha preceduto la sessione di qualifica pomeridiana per permettere alla vettura di scendere in pista per il turno ufficiale, riuscendo in extremis nell’impresa.

Ad indossare tuta e casco nella sessione utile a stabilire lo schieramento è stato Sernagiotto, che ha occupato per buona parte del tempo la decima posizione. L’uscita di pista all’Ascari di Nicolas Jamin, ha costretto però i commissari di pista ad esporre la bandiera rossa, quando il pilota trevigiano era 15°. Un risultato che in ogni caso è da considerarsi positivo.

“Siamo riusciti a prendere parte alla qualifica grazie ad un vero e proprio miracolo; quello che hanno compiuto i nostri meccanici, i quali hanno sostituito la parte centrale dei cablaggi. Operazione molto complicata e soprattutto delicata”, ha esordito Roberto Lacorte. “Siamo tornati in pista dopo avere risolto completamente il problema al power steering che si era evidenziato fin dalle prove libere. Ovviamente la nostra qualifica ha risentito di questo inconveniente, non permettendoci di concentrarci sulla ricerca del setup più congeniale. Ad ogni modo adesso guardiamo alla corsa, in cui puntiamo ad ottenere un bel risultato”.

L’attenzione si sposta quindi sulla gara di domani, il cui via è in programma a mezzogiorno, con la bandiera a scacchi che verrà esposta intorno alle 16. Lo spettacolo della 4 Ore di Monza potrà essere seguito sul web grazie al live streaming sul sito ufficiale europeanlemansseries.com.

Prime prove a Monza in vista della 4 Ore

I test ufficiali della 4 Ore di Monza della serie ELMS hanno dato il via ieri alla stagione 2019 di Cetilar Racing. In condizioni meteo altalenanti, il team italiano è ritornato in pista con tutti e tre i suoi piloti.

Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi hanno completato ieri mattina una proficua sessione di due ore, alternandosi al volante della Dallara LMP2 n. 47 equipaggiata con le nuove gomme Michelin da quest’anno impiegate nel campionato. Il tutto sotto lo sguardo attento, come sempre, del team principal Raimondo Amadio, del direttore sportivo Christian Pescatori e dell’ingegnere di pista Nicola Olivan. A causa della pioggia si è poi deciso di non prendere parte al turno pomeridiano, anche se per il fine settimana è atteso sole e bel tempo.

Per l’occasione è stata anche svelata la nuova livrea della vettura “griffata” Cetilar, caratterizzata da un inedito verde che è andato ad aggiungersi al classico colore blu impiegato già lo scorso anno.

È entusiasmante tornare in pista, per di più su quello che è il nostro circuito di casa, su un tracciato che tutti noi amiamo particolarmente e in un campionato di primo piano come la ELMS”, ha commentato Raimondo Amadio. “Sarà per noi un weekend molto intenso. Sicuramente utile per preparare la nostra partecipazione di quest’anno alla 24 Ore di Le Mans. Siamo pronti ad accogliere i numerosi fan che accorreranno in autodromo per questo evento”.

“”Nel turno di questa mattina abbiamo avuto delle buone sensazioni. Su un circuito impegnativo come quello di Monza, sia sotto l’aspetto della velocità pura che per quanto riguarda le frenate, abbiamo riscontrato subito un buon feedback, anche se c’è ancora un po’ da lavorare”, ha aggiunto Roberto Lacorte. “Correre a Monza è sempre particolare, perché è il nostro circuito di casa. Il nostro obiettivo è ben figurare, anche per non deludere tutti quelli che verranno a seguirci in pista“.

Venerdì via quindi con le libere 1, seguite da una seconda sessione sabato mattina. Sempre sabato, alle ore 14.20, si svolgeranno le qualifiche. Domenica a mezzogiorno il via della gara, trasmessa in live streaming sul sito ufficiale europeanlemansseries.com

Pronti per tornare in pista

Duecentoquaranta minuti di adrenalina pura, su uno dei tracciati più affascinanti, veloci e ricchi di storia al mondo. La 4 Ore di Monza darà ufficialmente il via alla stagione 2019 di Cetilar Racing. Un appuntamento a cui la squadra tutta “made in Italy” (guidata dal team principal Raimondo Amadio e sotto la direzione sportiva di Christian Pescatori) non poteva mancare per rispondere all’abbraccio del suo pubblico. 

Questo weekend (10, 11 e 12 maggio) Roberto LacorteGiorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi si alterneranno nuovamente al volante della Dallara LMP2 numero 47 per affrontare il secondo round dell’European Le Mans Series, “tappa obbligata” nell’ottica della terza partecipazione di fila alla 24 Ore di Le Mans, la cui 87ª edizione si disputerà esattamente a metà giugno. 

Inizia pertanto da quello che è considerato il tempio della velocità, la nuova sfida targata Cetilar Racing, primo “step” di un percorso che porterà dritto al debutto assoluto nel campionato FIA WEC 2019-2020.

Tante le novità. Dal ritorno in gara di Belicchi dopo 391 giorni di stop (l’emiliano era stato costretto a dare forfait lo scorso anno, dopo aver preso parte al solo round del Paul Ricard) all’aspetto prettamente tecnico legato all’inedito utilizzo delle gomme Michelin. A Monza “debutterà” anche Caremoli, nuovo partner del team, che va ad aggiungersi a CetilarTAG HeuerDevitaliaRoyal Coffee Machines e Azimut.

Affollato lo schieramento, con 42 vetture di cui ben 19 prototipi LMP2; numero record se si esclude quello della stessa 24 Ore di Le Mans. A proposito della gara de La Sarthe, è ormai da alcuni giorni integralmente on-line, sul canale YouTube di Cetilar Racing, il film “The Italian Spirit of Le Mans. Back to 24H”, terzo capitolo sulla partecipazione di Cetilar Racing alla “maratona” francese, che sta già riscuotendo un grande successo.

Ma ritornando a Monza, motori accesi fin da domani, mercoledì 8 maggio, per la giornata di test ufficiali privati che si articolerà su due ore di prove al mattino (dalle 9 alle 11) ed altrettante nel pomeriggio (dalle 14 alle 16). Nella stessa occasione verrà anche svelata la nuova livrea della vettura. Un programma particolarmente intenso quello dell’imminente weekend. Venerdì si comincerà con le libere 1, cui farà seguito una seconda sessione sabato mattina. Sempre sabato, alle ore 14.20, si svolgeranno le qualifiche. Domenica a mezzogiorno il via della gara, che verrà trasmessa in live streaming sul sito ufficiale europeanlemansseries.com

All’interno del villaggio ELMS sarà presente uno spazio Cetilar, una pagoda gonfiabile che il main partner PharmaNutra allestirà a partire da sabato mattina per accogliere i numerosi tifosi che accorreranno al Monza ENI Circuit nel weekend.