Cetilar Racing è una realtà fortemente voluta da Roberto Lacorte, fondatore con il fratello Andrea e Vicepresidente dell’azienda farmaceutica Pharmanutra S.p.A..
Roberto scopre la pista nel 2010 e da lì inizia una cavalcata che lo porterà ad affrontare numerose sfide, la più importante delle quali è la prima partecipazione alla 24 Ore di Le Mans, nel giugno del 2017, obiettivo di una vita. 
Un percorso intrapreso inizialmente con realtà del motorsport come lo Spider Racing Team, SMR Racing e infine Villorba Corse, il team trevigiano con cui affronta tre edizioni della celebre corsa francese (2017, 2018 e 2019) e cinque stagioni nella European Le Mans Series (due in classe LMP3 e tre in LMP2).
Conclusa la terza 24 Ore di Le Mans, già affrontata come Cetilar Racing, nel giugno del 2019 parte ufficialmente il nuovo e attuale programma FIA WEC 2019-2020, il Mondiale Endurance che Roberto Lacorte, insieme ai colleghi piloti Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi al volante di un prototipo Dallara P217 di classe LMP2, affronta con un nuovo partner, AF Corse, scelta che rappresenta un notevole salto in avanti per le ambizioni del team.
Insieme alla celebre struttura tecnica di Amato Ferrari, Cetilar Racing affronterà un’intensa stagione di gare in tutto il mondo – unico team italiano del FIA WEC impegnato nei prototipi – che si concluderà con la 24 ore di Le Mans 2020 e con la successiva 24 Ore di Daytona 2021, ultima gara del team con la Dallara numero #47.
Nel 2021, infatti, Cetilar Racing, nell’ottica di mantenere il progetto esclusivamente italiano, opta per il passaggio nella classe LMGTAM, sempre con il partner AF Corse e sempre nel World Endurance Championship: con una nuova macchina, quindi, una splendida Ferrari 488 GTE EVO griffata Cetilar, e una line up di piloti rinnovata, che vede l’inserimento del giovane pilota della Ferrari Driver Academy Antonio Fuocoal fianco di Lacorte e Sernagiotto, con Andrea Belicchi insignito del ruolo di coach.
L’inizio del Mondiale è scintillante, con il terzo posto nella 6 Ore di SPA, in Belgio, e la clamorosa vittoria a Portimao, nel secondo appuntamento del Mondiale, nella 8 Ore. Poi arriva l’11mo posto a Monza, nella gara di casa, e il successivo ritiro alla 24 Ore di Le Mans, a causa di un incidente nella prima parte di gara.
Con il podio Mondiale ancora a portata di mano, il team vola in Bahrain per il doppio appuntamento finale, ma nella prima gara, la 6 Ore del Bahrain, la Ferrari blu numero #47 è decima e vede il podio mondiale sempre più lontano.
A nulla serve una grande gara – preceduta da una qualifica strepitosa di Lacorte, che ottiene la pole position – nella successiva 8 Ore, conclusa al quarto posto: Cetilar Racing termina il FIA WEC 2021 al quinto posto in categoria LMGT-AM, dopo una stagione di alti e bassi.
Archiviato il Mondiale Endurance, testa e cuore sono già alla stagione 2022, negli Stati Uniti, che vedrà la squadra tutta italiana, sempre con il supporto di AF Corse, al via dell’IMSA Michelin Endurance Cup GT con una nuova Ferrari 488 GT3 Evo 2020 numero 47.
Parallelamente all’attività nell’ambito dell’endurance, Cetilar Racing porta avanti anche un importante programma dedicato alle giovanissime promesse del motorsport mondiale, la Cetilar Academy, che coinvolge, oltre a PharmaNutra con il suo brand Cetilar, i partner del team come AF Corse, il centro di training per piloti professionisti Athletica, Freem, Stilo, Kart Republic del talent scout Dino Chiesa, Team Driver di Devid De Luchi, Italian F4 Championship powered by Abarth e WSK Promotion. 
Una squadra importante, che sostiene concretamente la crescita dei giovani piloti, attraverso una formazione a 360° basata sull’attività tecnica, ma anche su valori come disciplina, responsabilità, spirito di sacrificio e ricerca costante del limite.